Regolamento WeFairPlay


Articolo 1 – Istituzione
Al fine di far emergere e dare debito riconoscimento ai comportamenti virtuosi e di alto spessore morale nello sport, che abbiano come connotazione principale il valore del fair play, è indetto e istituzionalizzato il premio annuale “WeFairPlay”, gestito e organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica GS Excelsior in collaborazione con la Provincia autonoma di Bolzano. A tale scopo, è istituita una cabina di regia, a cui partecipano due rappresentanti tecnici di ognuno di questi enti.
Il fair play incarna la lealtà e la correttezza. I comportamenti virtuosi in tal senso saranno da ricercare in tutti i settori dello sport e anche negli ambiti della società civile ad esso connessi.
Un’idea di sport sano e pulito, che non abbia come unici obiettivi la performance e il risultato, spesso esasperati, considera la prestazione come il naturale esito di un percorso educativo caratterizzato da massimo impegno, spirito di sacrificio, cura delle persone e dei rapporti umani, inclusione sociale e ricerca del divertimento. Per facilitare e favorire una vera e diffusa cultura del fair play, verranno cercate e selezionate gesta di sportivi, tecnici, dirigenti, associazioni e anche cittadini e cittadine.

Articolo 2 – Categorie
Il premio può essere assegnato sia a persone che ad associazioni sportive.
Le categorie previste sono:

  • gesto di fair play – ambito Alto Adige e open
  • iniziativa – ambito Alto Adige e open
  • giovani (under 18)

A queste categorie si aggiunge il premio Excelsior, per il quale l’associazione Excelsior individua una persona o un’associazione meritevole per uno specifico aspetto del fair play e ne indica la motivazione per la premiazione, previo avvallo da parte della giuria di cui all’articolo 4.
Inoltre, la giuria può assegnare un premio speciale per una eccellenza particolare, motivandolo.
Una persona o un’associazione non può ricevere il premio più volte nella stessa categoria o più volte il premio speciale. Tuttavia, una persona può ricevere il premio in categorie diverse, ma non nello stesso anno.

Articolo 3 – Segnalazioni
I gesti di fair play da sottoporre al giudizio della giuria nelle diverse categorie – fatta eccezione per il premio Excelsior – possono essere segnalate dal CONI e dal CIP nonché dalle federazioni sportive nazionali, dalle discipline sportive associate e dagli enti di promozione sportiva da essi riconosciuti, dalla Sporthilfe Alto Adige, dalle confederazioni di associazioni sportive, dalle associazioni sportive e da altri enti sportivi. Anche i privati cittadini e cittadine possono fare segnalazioni.
Non sono in alcun modo previste autocandidature.
Le segnalazioni vanno fatte nei modi e nella forma indicati sul sito www.wefairplay.org entro il 30 giugno di ogni anno e sono riferite a gesti di fair play compiuti nell’anno solare precedente.

Articolo 4 – Giuria
La giuria è composta dai seguenti membri:

  • il presidente della Provincia autonoma di Bolzano o un suo delegato o delegata, da esso indicato nominalmente,
  • il presidente dell’associazione Excelsior o un suo delegato o delegata, da esso indicato nominalmente,
  • nove personalità di spicco del mondo dello sport, dell’informazione e della società civile collegate alla tematica e designate all’unanimità dalla cabina di regia, con in maggioranza personalità del mondo dello sport.

Laddove possibile, la giuria comprende membri di tutti e tre i gruppi linguistici (italiano, tedesco, ladino). Essa prevede comunque non meno di un terzo dei componenti di un genere.
Alle riunioni della giuria partecipa un esponente della cabina di regia, senza diritto di voto e con funzione di verbalizzante.

Articolo 5 – Valutazione
La giuria valuta e verifica le segnalazioni pervenute e tra queste individua annualmente il gesto di fair play da premiare per le diverse categorie – ad eccezione del premio Excelsior – nonché il gesto di fair play a cui assegnare l’eventuale premio speciale, motivandolo.
Per ogni gesto di fair play premiato la giuria formula una motivazione scritta, che viene consegnata alle persone premiate e resa pubblica.
La giuria determina le persone premiate entro fine agosto, in modo che possano essere informate dalla cabina di regia nella prima settimana di settembre.
Inoltre, la giuria avvalla, sempre entro fine agosto, la proposta fatta dall’associazione Excelsior per il premio Excelsior.
Ogni membro della giuria esprime un voto. In caso di parità tra due o più gesti di fair play si effettua un ballottaggio, fino a raggiungere una maggioranza sul gesto di fair play da premiare nelle singole categorie.

Articolo 6 – Premio
Il premio consiste in una targa che riporta, oltre al simbolo “WeFairPlay” appositamente ideato, lo stemma della Provincia autonoma di Bolzano, il logo dell’associazione Excelsior, nonché la categoria e l’anno di riferimento. Oltre a ciò, le persone premiate ricevono una spilla (la cabina di regia si riserva di individuare, in futuro, un segno di riconoscimento alternativo) e il diritto di fregiarsi del titolo di “ambasciatore del fair play”. Inoltre, alle persone premiate viene data copia scritta della motivazione che ne ha determinato la premiazione, firmata da tutti i membri della giuria.
Il premio non prevede alcun compenso economico. Possono eventualmente essere rimborsate le spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute dai vincitori e dalle vincitrici per partecipare alla cerimonia di premiazione.

Articolo 7 – Cerimonia
La cerimonia di premiazione sarà pubblica e avrà luogo, ogni anno, tra settembre e novembre, nell’ambito di una serata di gala organizzata dalla cabina di regia.
Alla cerimonia di premiazione saranno invitati tutti i vincitori e le vincitrici.